Le “culture” non sono sacre, né tutte uguali, né tutte “da rispettare a priori”

Non esiste alcuna sacralità culturale, né uno "ius culturae" calato da chissà quale cielo. La "diversità culturale" è generalmente un bene: ma come tutti i beni ha bisogno di limitazioni e di regole razionali. Per quanto mi riguarda il rispetto per una "cultura" non può essere automatico, né dato a priori, ma se e solo … Leggi tutto Le “culture” non sono sacre, né tutte uguali, né tutte “da rispettare a priori”

Magari

Magari.Forse due linee in meno: e quello che è stato non sarebbe stato. O magari meglio. O magari peggio.Magari magari magari.Magari avessi pensato col cervello.A cosa serve, un cervello?Magari ce l'avevo già.Magari avessi pensato.Magari non avessi preso proprio quella macchina, proprio quella sera.Magari avessi detto di no.Magari, di sì.Magari magari magari magari.Magari mio padre.Magari mia … Leggi tutto Magari

Atleta americana costretta a gareggiare coi (maschi) “transgender”: non può nemmeno protestare, costretta a subire in silenzio

Fa discutere il caso dell’atleta americana costretta a gareggiare contro rivali maschi che si dicono femmine. Che formalizza la sua giusta protesta per iscritto, ma alla fine, subisce pure l’onta della censura. Un fatto davvero inaccettabile. Altro che fluid: il dibattito sul Gender si arrocca su un termine: e scatta la censura.  Succede tutto a danno di Chelsea … Leggi tutto Atleta americana costretta a gareggiare coi (maschi) “transgender”: non può nemmeno protestare, costretta a subire in silenzio

Reagire alla censura, in concreto

Prof. Carlo Lottieri (Università di Verona): "Perché tra Sei e Settecento in Europa è emersa una cultura della tolleranza, e invece oggi dominano le logiche del controllo poliziesco sul pensiero e sulle parole (in nome della lotta al razzismo, al sessismo, alla discriminazione ecc.)? Una prima risposta può essere rinvenuta nel fatto che mentre nell'età … Leggi tutto Reagire alla censura, in concreto

Una (breve) linea argomentativa in difesa dell’obbligo vaccinale (per tutti)

Perché si può ritenere giusto e opportuno estendere l'obbligo vaccinale a tutta la popolazione? Dopo aver abbozzato - qua e là - questa mia tesi e dopo aver preso nota delle prime obiezioni, provo a definire un po' meglio la linea argomentativa volta a sostenere l'obbligo vaccinale per tutti. Prima di tutto, mi sembrano necessarie … Leggi tutto Una (breve) linea argomentativa in difesa dell’obbligo vaccinale (per tutti)