A chi conviene negare l’esistenza di una “natura umana”? [n. 12]

      Prosegue la serie di note sull’evoluzione storico-filosofica del concetto di natura umana. Arriviamo così, nel pieno del Seicento, al materialismo di Hobbes: un'impostazione filosofica che sembrerebbe a prima vista escludere o quanto meno sminuire significativamente quella differenza ontologica tra uomo e animale che abbiamo visto ribadita dai filosofi presi in esame fino ad ora. … Leggi tutto A chi conviene negare l’esistenza di una “natura umana”? [n. 12]