Appello di 321 giuristi promosso dal Centro Studi Livatino in vista dell’esame del ddl unioni civili

 

Cattura

Rilancio della famiglia come riconosciuta dalla Costituzione, no a improprie equiparazioni

 

In vista dell’esame al Senato del disegno di legge c.d. sulle unioni civili, da giuristi a vario titolo impegnati nella formazione, nell’attività forense e nella giurisdizione, esprimiamo forte preoccupazione per l’insieme del testo prossimo al voto.

 

  1. L’ordinamento già riconosce in modo ampio diritti individuali ai componenti di una unione omosessuale. Il ddl in questione, pur denominandosi delle unioni civili, in realtà individua un regime identico a quello del matrimonio, riprendendo alla lettera le formule che il codice civile adopera per disciplinare l’unione fra coniugi. Ciò contrasta con la Costituzione, che tratta in modo specifico la famiglia come società naturale fondata sul matrimonio, distinguendola dalle altre formazioni sociali, in considerazione della sua funzione fondamentale e infungibile: è iniquo mettere sullo stesso piano realtà diverse.

 

  1. Particolarmente iniqua è la previsione – contenuta nel ddl – della possibilità di adottare da parte della coppia same sex, se pure transitando dalla via della stepchild adoption: in tal modo la crescita di un minore all’interno in una coppia omosessuale viene fatta equivalere a quella in una coppia eterosessuale, e il bambino è privato dal legislatore della varietà delle figure educative derivanti dal sesso diverso dei genitori. In base all’orientamento delle Corti europee, l’adozione non resterà a lungo limitata ad alcuni casi: verrà estesa per ogni coppia omosessuale, perfino a scapito del genitore biologico, che potrebbe anche essere sollevato dal proprio ruolo a vantaggio del convivente same sex. In tal modo il “diritto al figlio” dell’aspirante genitore sostituisce il “superiore interesse del minore”, sul quale finora si è fondato il diritto minorile, mettendo in crisi quest’ultimo.

 

  1. Non è accettabile, quale alternativa alla stepchild adoption, il c.d. “affido rafforzato”, cioè la trasformazione dell’affido in una adozione rispetto alla quale il decorso del tempo può far giungere a una sistemazione definitiva nella “famiglia” di destinazione. Affido e adozione rispondono a logiche differenti e perseguono obiettivi non sovrapponibili, avendo avuto finora entrambi come riferimento l’interesse del minore, variabile a seconda della situazione di partenza: nell’affido è una momentanea difficoltà della famiglia originaria, nell’adozione la stato di abbandono del minore. Il ddl forza istituti consolidati per conseguire scopi differenti da quelli per i quali sono previsti.

 

  1. L’approvazione del ddl sulle c.d. unioni civili condurrebbe alla maternità surrogata: se il regime della convivenza fosse parificato a quello coniugale, dal primo non potrebbe restare fuori qualcosa che caratterizza il secondo. E se la Corte EDU ha costruito un “diritto” ad avere i figli, come sarebbe ammissibile la via della adozione same sex, diventerebbe ammissibile pure quella della “gestazione per altri”. L’utero in affitto è una delle forme contemporanee di sfruttamento e di umiliazione della donna più gravi, ostile a quel rispetto della persona che è cardine del nostro ordinamento.

 

In un momento di così seria crisi demografica e di tenuta del corpo sociale, auspichiamo una legislazione che, in coerenza con lo spirito e con la lettera della Costituzione, in particolare degli articoli 29 e 31, promuova la famiglia e favorisca la maternità, e così metta da parte ddl come quello c.d. sulle unioni civili, ostili alla dignità della persona, all’interesse del minore, al bene delle comunità familiari, al futuro dell’Italia.

 

Roma, 19 gennaio 2016

FIRMATARI

 

  1. MAURO RONCO – Professore ordinario di diritto penale Università di Padova, Presidente del Centro studi Livatino
  2. ROSSANO IVAN ADORNO – Professore associato di diritto processuale penale Università di Lecce
  3. FRANCESCO AGNETTI – Avvocato a Parma
  4. FRANCESCO MARIO AGNOLI – Presidente emerito di Tribunale già componente CSM
  5. ALBERTO AGUS – Avvocato a Cagliari
  6. DOMENICO AIROMA – Procuratore della Repubblica aggiunto Tribunale Napoli Nord
  7. GIUSEPPE AMADEO – Avvocato a Genova, già nel direttivo naz. Un. Giuristi Cattolici
  8. GIANFRANCO AMATO – Avvocato a Roma, presidente associazione Giuristi per la Vita
  9. MARGHERITA AMITRANO ZINGALE – Avvocato a Roma
  10. FELICE ANCORA – Professore ordinario di istituzioni di diritto pubblico nella Università di Cagliari
  11. FRANCESCO ANDRETTA – Avvocato a Potenza
  12. SIMONA ANDRINI – Professore ordinario di sociologia del diritto Università Roma Tre
  13. LUCA ANTONINI – Professore Ordinario di Diritto Costituzionale, Università di Padova
  14. GIOVANNA ARMINIO – Avvocato a Bolzano
  15. ELISABETTA ARTIANO – Avvocato a Treviso
  16. GIOVANNI AVESANI – Avvocato a Verona
  17. GIAN PAOLO BABINI – Avvocato a Ravenna, del consiglio direttivo Giuristi per la Vita
  18. MARIA PIA BACCARI – Professione ordinario di diritto romano LUMSA
  19. ELOISA BALDACCI – Avvocato a Milano
  20. GIOVANNA BALESTRINO – Avvocato ad Alessandria
  21. CLEMENTINA BARONI – Avvocato a Reggio Emilia
  22. CARLO ALBERTO BARUZZI – Avvocato a Ravenna
  23. JENNIFER BASSO RICCI – Avvocato a Milano
  24. ENRICO BATTAGLIESE – Avvocato a Milano
  25. ANDREA BELLINI – Notaio a Como
  26. GIOVANNA BERNINI – Avvocato a Piacenza
  27. ROMANO BETTINI – Professore di sociologia del diritto all’università La Sapienza di Roma
  28. ALESSIO BIAGIONI – Avvocato a Pisa
  29. DANIELA BIANCHINI – Avvocato a Roma
  30. DANILO BIANCOSPINO – Avvocato a Brescia e Piacenza
  31. EMILIA BIONDI – Avvocato a Benevento
  32. ANDREA BIXIO – Professore emerito di Sociologia generale Università La Sapienza di Roma
  33. MONICA BOCCARDI – Avvocato a Rimini
  34. DOMENICO BONARETTI – Consigliere Corte di appello Milano
  35. ANGELO BONERA – Avvocato a Brescia
  36. CLAUDIO BORGONI – Avvocato a Piacenza
  37. LORENZO BORRE’ – Avvocato a Roma
  38. FERDINANDO BOSCO – Avvocato a Torino
  39. ENRICO BRAN – Avvocato a Trieste e Professore associato diritto fallimentare Università di Trieste
  40. UGO BRENTEGANI – Avvocato a Verona
  41. RAFFAELLA BRIZIOLI – Avvocato a Terni
  42. PIETRO BROVARONE – Giudice onorario Tribunale di Biella
  43. CARLO BROTINI – Avvocato a Pisa
  44. VALTER BRUNETTI – Sost. Procuratore della Repubblica Tribunale di Napoli
  45. LUCA BASILIO BUCCA – Avvocato a Barcellona Pozzo di Gotto
  46. ANDREA BUCELLI – Professore associato di diritto privato Università di Firenze
  47. CHIARA ALICE CAGNINA – Avvocato a Caltanissetta
  48. FRANCESCA CALOI – Avvocato a Verona
  49. MARCO CAMPARADA – Avvocato a Monza
  50. FABIO CANDALINO – Avvocato a Santa Maria Capua Vetere
  51. VINCENZO CANGEMI – dottorando diritto del lavoro università di Padova
  52. VINCENZO CANNELLI – Avvocato a Macerata
  53. GIUSEPPE CAPOCCIA – Procuratore della Repubblica a Crotone
  54. IVO CARACCIOLI – Avvocato a Torino, già Professore di diritto penale Università di Torino
  55. CLARA CARAVAGGI – Avvocato a Milano
  56. ALESSANDRO CARRA – Giudice al Tribunale di Bari
  57. ANTONIO CASOLARO – Avvocato a Napoli
  58. PIERANGELO CATALANO – già Professore di diritto romano all’università La Sapienza di Roma
  59. LUCA CATTALANO – Avvocato a Torino
  60. FRANCESCO CAVALLO – Avvocato a Lecce
  61. CRISTIANO CAVICCHIONI – Notaio ad Anguillara Sabazia
  62. MICHELE CELLA – Avvocato a Piacenza
  63. GIANCARLO CERRELLI – Avvocato a Crotone – Componente Direttivo naz. Giuristi Cattolici
  64. STEFANIA CENTONZE – Avvocato a Roma
  65. MASSIMO CESCA – Avvocato a Macerata
  66. RICCARDO CHIEPPA – Presidente Emerito Corte Costituzionale
  67. CARMELO CHIMIRRI – Avvocato a Siracusa, tesoriere dell’Unione degli ordini forensi della Sicilia
  68. ROSA BRUNA CHIOLINI – Avvocato a Como
  69. FABRIZIO CIAPPARONI – Professore associato di storia del diritto medievale e moderno, già università di Teramo – Presidente Unione romana Giuristi cattolici
  70. ALDO CIAPPI – Avvocato a Pisa
  71. MARIO CICALA – Presidente di sezione della Corte di Cassazione
  72. CARLO CIGOLINI – Avvocato a Genova
  73. FRANCESCO CIOCIA – Consigliere Corte di appello Napoli
  74. MARIA ANTONIA CIOCIA – Professore ordinario di diritto privato 2^ Università Napoli
  75. COSTANZA CISCATO – Ricercatore universitario in filosofia del diritto all’Università di Padova
  76. STEFANO CIVARDI – Sost. Procuratore della Repubblica Tribunale di Milano
  77. GIAMPAOLO MARIA COGO – Avvocato a Roma, Professore emerito di diritto amministrativo a Roma Tre
  78. MASSIMO CONGEDO – Avvocato a Lecce
  79. LUIGI CORNACCHIA – Professore associato di diritto penale Università di Lecce
  80. CLAUDIO CORRADI – Avvocato a Verona, direttivo nazionale Giuristi per la Vita
  81. REMO COSTANTINI – Avvocato a Frosinone
  82. ANGELA MARIA COSTANZO – Avvocato a Cosenza
  83. DAVIDE COZZOLINO – Avvocato a Salerno
  84. MARIASSUNTA COZZOLINO – Avvocato a Civitavecchia, dottore di ricerca in diritto ecclesiastico e canonico
  85. ELENA CRISTOFARI – Avvocato a Perugia
  86. LUIGI COZZA – Avvocato a Milano
  87. PIER FILIPPO CUGUDDA – Avvocato a Cagliari
  88. ACHIROPITA CURTI – Avvocato ad Ancona
  89. EMANUELE CURTI – Avvocato a Roma
  90. EMANUELE CUSA – Professore associato di diritto commerciale università di Milano Bicocca
  91. ALESSANDRO D’ALESSANDRO – Avvocato a Milano
  92. ALESSANDRO EROS D’ALTERIO – Avvocato a Napoli
  93. MICHELE D’AMICO – Avvocato a Milano
  94. ROSSELLA D’AMORE – Avvocato a Milano
  95. LORENZO DA PRA GALANTI – Avvocato a Milano
  96. MARCO DASTRU’ – Avvocato a Saluzzo
  97. ALFONSO D’AVINO – Procuratore aggiunto della Repubblica Tribunale di Napoli
  98. FRANCESCO D’AYALA VALVA – Avvocato a Roma – Professore ordinario di diritto tributario alla LUMSA
  99. LUCA DEANTONI – Avvocato a Mantova
  100. UMBERTO DE AUGUSTINIS – Sost. Procuratore generale Corte di Cassazione
  101. FULVIO DE ANGELIS – Avvocato a Napoli
  102. FRANCESCO DE BIASI – Avvocato a Roma
  103. PAOLO DE CARLI – Notaio a Milano
  104. GIANPIERO DE CESARE – Notaio a Milano
  105. ALBERTO DE CRISTOFARO – Avvocato a Napoli
  106. TOMMASO DEL FREO – Notaio a Firenze
  107. TOMAS DEL MONTE – Avvocato a Pesaro
  108. NICOLA DEL PIANO – Avvocato a Napoli
  109. GIOVANNI DE MARCHI – notaio a Milano
  110. LUCA DE SIO – Avvocato a Rimini
  111. ALBERTO DESSI’ – Avvocato a Cagliari
  112. MASSIMILIANO DI BARTOLO – Dottorando di diritto pubblico università degli studi di Roma Tor Vergata
  113. LINA DI DOMENICO – Magistrato di sorveglianza a Novara
  114. OLIVIA DOMENICONI – Avvocato a Verona
  115. SALVATORE FRANCESCO DONIZELLI – Avvocato a Roma
  116. ALBERTO FALZONI – Avvocato a Treviso
  117. GABRIELE FANTI – Avvocato a Bologna
  118. FRANCESCO FARRI – Avvocato ad Arezzo, dottore di ricerca in Giurisprudenza Università di Roma
  119. FRANCESCA FERI – Avvocato a Pistoia
  120. MARCO FERRARESI – Ricercatore, Presidente UGCI Pavia
  121. MATTIA FRANCESCO FERRERO – Avvocato a Milano. Presidente dell’Un. Giuristi Cattolici di Milano
  122. WANDA FINELLI – Notaio a Genova
  123. MASSIMILIANO FIORIN – Avvocato a Bologna
  124. MICHELE FIORINI – Avvocato a Verona
  125. FRANCESCO FONTANA – Avvocato a Milano, Giudice di Pace a Torino
  126. LORENZO FORNACE – Sost. Procuratore della Repubblica Tribunale Imperia
  127. BRUNO FORTE – Avvocato a Cassino
  128. MARIA FRANCICA – Giudice Tribunale S. Maria Capua Vetere
  129. FRANCESCO FRANCINI – Avvocato ad Arezzo
  130. ALDO GALGANO – Notaio a Manduria
  131. GIUSEPPE GALLENCA – Avvocato a Torino
  132. NICOLA GALIZIA – Avvocato a Roma
  133. MAURO GALLINA – Giudice Tribunale Milano
  134. FABIO MASSIMO GALLO – Presidente di sezione Corte di appello di Roma
  135. FILIPPO GALLO – Professore emerito di diritto romano università di Torino
  136. SAMUELA GARATTI – Avvocato a Milano
  137. NICOLETTA GARAVENTA – Avvocato a Genova
  138. ANDREA GASPERINI – Avvocato a Pisa
  139. CELESTE GATTO – Avvocato a Salerno
  140. MARTINA GERBI – Avvocato a Pisa
  141. VALERIA GERLA – Avvocato a Milano
  142. EMANUELA GIACOBBE – Professore ordinario di diritto privato LUMSA
  143. GIOVANNI GIACOBBE – Professore emerito di diritto civile LUMSA
  144. ALESSANDRO GIANNI – Avvocato a Venezia
  145. MARTA GIANSANTI – Avvocato a Roma
  146. IDA GIGANTI – Avvocato a Palermo
  147. GUIDO GIOVANNELLI – Avvocato a Prato, Presidente dell’un. Giuristi Cattolici di Prato
  148. MAURO GIOVANNELLI – Avvocato a Firenze
  149. ORNELLA GIRGENTI – Avvocato a Milano
  150. RICCARDO GOTTI TEDESCHI – Avvocato a Roma
  151. DANILA GRASSO – Avvocato a Catania
  152. GIOVANNI GRECO – Avvocato a Roma
  153. GIOVANNI GROSSI – Avvocato a Milano
  154. GIOVANNI GUARNIERI – Avvocato a Mantova
  155. LUCIA GUIDA – funzionario giuridico del Ministero del lavoro e delle politiche sociali e membro del comitato unico di garanzia del MLPS
  156. FRANCESCA ISERNIA – Avvocato a Frosinone
  157. STEFANO ISIDORI – Avvocato a L’Aquila
  158. LORENZO JESURUM – Avvocato a Roma
  159. ANTONIO LABOMBARDA – Avvocato a Monza
  160. VERONICA LABOMBARDA – Avvocato a Monza
  161. GAETANO LAURO GROTTO – Avvocato a Roma
  162. LUCIA LEONCINI – Giudice Tribunale Pistoia
  163. CARMELO LEOTTA – Avvocato a Torino. Ricercatore di diritto penale Univ. europea
  164. NICOLETTA LISI – Avvocato a Genova
  165. FILOMENA LONGINO LOMBARDI – Avvocato a Napoli
  166. BENEDETTA LUBELLI – Avvocato a Lecce
  167. ADA LUCCA – Giudice Tribunale di Genova
  168. PAOLO MADDALENA – Presidente emerito della Corte Costituzionale
  169. ALESSIA MAGLIOLA – Giudice Tribunale Sorveglianza Lecce
  170. ANTONIO MAGLIONE – Pres. Sezione emerito Corte di appello Genova
  171. VINCENZINA MAIO – Avvocato a Salerno
  172. SEBASTIANO MALLIA – Avvocato a Pachino
  173. FERRANDO MANTOVANI – Professore emerito Diritto penale Università di Firenze
  174. ALFREDO MANTOVANO – Consigliere Corte di Appello Roma
  175. DORA MANTOVANO – Avvocato a Roma
  176. MATTEO MANZO – Avvocato a Salerno
  177. FRANCESCA MARIANO – Giudice Tribunale di Lecce
  178. SARA MARINO – magistrato al Tribunale di Termini Imerese
  179. PASQUALE MAROTTOLI – Professore associato di diritto romano all’università di Macerata
  180. GIUSEPPE MARRA – Consigliere Corte di Cassazione
  181. CHIARA MARRAMA – Avvocato a Napoli
  182. MANLIO MARSILI – Avvocato a Rimini
  183. FILIPPO MARTINI – Avvocato a Bologna
  184. SIMONETTA MATONE – sostituto procuratore generale Corte d’Appello di Roma
  185. LUCA MAZZA – Avvocato a Roma
  186. FRANCESCO MAZZARELLA – Avvocato a Napoli
  187. EMIL MAZZOLENI – Dottorando in filosofia del diritto università degli studi di Milano
  188. ANDREA MAZZONI – Avvocato a Genova
  189. MASSIMO MICALETTI – Avvocato a Teramo, già docente diritto amministrativo università di Chieti
  190. PIERGIORGIO MICALIZZI – Avvocato a Roma
  191. GERARDO MILANI – Avvocato a Brescia
  192. FERNANDA MONETA MANTUANO – Avvocato a Roma
  193. LUIGINO MONTARSOLO – Avvocato a Genova
  194. MATTEO MONTARULI – Avvocato a Bergamo
  195. ALESSANDRO MORI – Avvocato a Fermo
  196. CLAUDIA MUNNO – Dottore di ricerca in diritto civile 2^ università di Napoli e Università Federico II di Napoli
  197. CARLO MUSSI – Notaio a Monza
  198. SIMONA MUZZO – Avvocato a Pisa
  199. DOMENICO NACCARI – Avvocato a Roma
  200. FRANCESCA NADDEO – Professore associato di diritto civile all’Università di Salerno
  201. GIUSEPPA NARO MAIRA – Avvocato a Caltanissetta
  202. ANDREA NASTASI – Avvocato a Palermo
  203. MARCO NATTAN – Avvocato a Pavia
  204. FRANCESCO NICCOLAI – Avvocato a Pisa
  205. STEFANO NITOGLIA – Avvocato a Roma
  206. MARGHERITA NOBILE – Avvocato a Milano
  207. DANIELE ONORI – Avvocato a Roma
  208. MARIANNA ORLANDI – Avvocato a Udine
  209. VALERIA PAGANI – Avvocato a Milano
  210. MARIA PAGANO – Avvocato a Modena.
  211. MARISTELLA PAIAR – Avvocato a Trento
  212. MAURO PALADINI – Professore ordinario di diritto privato Università di Brescia
  213. PAOLO PALLESCHI – Avvocato a Roma
  214. GIUSEPPE PALMIERI – Avvocato a Milano
  215. PAOLO PALUMBO – docente di diritto ecclesiastico e canonico università Giustino Fortunato di Benevento, Presidente UGCI Benevento
  216. ANNA PANFILI – Avvocato a Genova
  217. PAOLO PANUCCI – Avvocato a Pavia
  218. ANDREA PANZERI – Avvocato a Lecco
  219. PAOLO PAPANTI PELLETIER – Professore ordinario di istituzioni di diritto privato università Roma Tor Vergata
  220. FRANCESCA PATRUNO – Avvocato a Trani
  221. GIUSEPPE PELLEGRINO – Avvocato a Torino
  222. GIUSEPPE PERGOLA – Avvocato a Potenza
  223. FABIO PERSANO – Professore invitato di diritto privato facoltà bioetica all’Ateneo Pontificio Regina Apostolorum
  224. EMANUELE PETRILLI – Avvocato a Firenze, dottorando diritto pubblico dell’economia università di Pisa
  225. PAOLO PEZZO – Avvocato a Verona
  226. LUCA G. PICONE – Avvocato a Milano
  227. DIEGO PIERGROSSI – Avvocato a Terni, Presidente Unione Giuristi Cattolici Terni
  228. ENRICO PIERMARTINI – Avvocato a Fermo
  229. SIMONE PILLON – Avvocato a Perugia
  230. ILARIA PISA – d. in diritto penale all’università degli studi di Pavia
  231. ALBERTO PISTONE – Avvocato
  232. GIOVANNA PITITTO – Avvocato a Parma
  233. LIVIO PODRECCA – Avvocato a Piacenza, Presidente Unione Giuristi Cattolici Piacenza
  234. FRANCESCA ROMANA POLEGGI – Docente discipline giuridiche scuole superiori e direttore editoriale “Notizie pro vita
  235. ANDREA POLI – Avvocato a Ghezzano
  236. MARIA PIA DOMENICA PORCELLI – Avvocato a Capurso
  237. ANTON LUCA PORPORA – Avvocato a Viadana
  238. MARGHERITA PRANDI – Avvocato a Piacenza
  239. ELISA PUGLIELLI – Notaio a Roma
  240. GIUSEPPE PUGLISI – Avvocato a Roma
  241. LUCIA RABBONI – Giudice Tribunale per i Minorenni . Lecce
  242. ANTONELLO RACANELLI- sostituto procuratore Tribunale di Roma, già componente CSM
  243. GIUSEPPINA RAGUSO – Notaio a Bari
  244. CECILIA RAMAGLIOLI – Avvocato a Pavia
  245. ROBERTO REVELLO – Avvocato a Genova
  246. NOEMI PAOLA RICCARDI – Avvocato a Macerata
  247. GIORGIO RIZZO – Notaio a Roma
  248. MARIA CRISTINA RIZZO – Procuratore della Repubblica per i minorenni a Lecce
  249. GIACOMO ROCCHI – Consigliere Corte di Cassazione
  250. GIOVANNI ROCCHI – Avvocato a Genova
  251. MARIA GRAZIA RODOMONTE – Ricercatore istituzioni di diritto pubblico università La Sapienza di Roma
  252. FEDERICO ROGGERO – Ricercatore storia del diritto italiano università di Teramo
  253. UMBERTO ROMA – Professore associato di diritto privato università di Padova
  254. MASSIMO RONCHI – Avvocato a Milano
  255. LEONARDO ROSA – Avvocato a Roma
  256. NICOLA RUMINE – Avvocato a Firenze, dottorando diritto civile
  257. ALFREDO RUOCCO – Consigliere Corte di appello Roma
  258. MARIA LETIZIA RUSSO – Avvocato a Palermo, dottore di ricerca in diritti umani Università di Palermo
  259. RICCARDO RUSSO – Avvocato a Napoli
  260. EVA SALA – Avvocato a Milano
  261. ANGELO SALVI – Avvocato a Roma
  262. RENATO SAMEK LODOVICI – Presidente emerito Corte di assise Milano
  263. CIRO SAMMARTINO – Avvocato a Salerno
  264. PIERO SANDULLI – Professore associato di diritto processuale civile nell’università di Teramo
  265. ALESSANDRA SANGALLI – Avvocato a Pavia
  266. CLAUDIO SANTARELLI – Avvocato a Milano
  267. RITA SANTORO – Notaio a Chiavari
  268. FERNANDO SANTOSUOSSO – Vice Presidente emerito della Corte Costituzionale
  269. SIMONETTA SAVERI – Avvocato a Genova
  270. MARIA TERESA SAVINO – Avvocato a Roma
  271. MELCHIORRE SCALIA – Avvocato a Torino
  272. MARCO SCHIAVI – notaio a Milano
  273. CIRO SEPE – Avvocato a Napoli
  274. GEMMA SESSA – Avvocato a Salerno
  275. SALVATORE SFRECOLA – Presidente di sezione Corte dei Conti
  276. MARCO SGROI – Avvocato a Piacenza
  277. SANDRA SIRACUSA – Avvocato a Brescia
  278. ANDREA SITZIA – Avvocato a Venezia, ricercatore università di Padova
  279. MARIA CHIARA SOLARI – Avvocato a Genova
  280. PAOLO SOMMELLA – Avvocato a Genova
  281. GIORGIO SPALLONE – Avvocato a Bologna
  282. VITA SPANO’ – Notaio a Mazara del Vallo
  283. FRANCESCO SPIAZZI – Avvocato a Verona
  284. GASPARE STURZO – Giudice indagini preliminari Tribunale Roma
  285. ANGELA SUCCI – Avvocato a Milano
  286. LUCA TAGLIERO – Archivio notarile distretto di Genova
  287. FRANCESCO TANCA – Avvocato a Milano
  288. ANTONIO TARANTINO – Professore ordinario di Filosofia del diritto Università di Lecce
  289. GIOVANNI TARANTINO – Ricercatore Giurisprudenza Università “G. Fortunato”.
  290. CRISTINA TASSINARI – Avvocato a Cento
  291. EUGENIA TASSITANI FARFAGLIA – Notaio in Recco
  292. CARLO TESTA – Avvocato a Roma, Presidente Accademia naz. del diritto
  293. MARIA-LUISA TEZZA – Avvocato a Verona
  294. MARCO TEZZA – Avvocato a Verona
  295. ANTONIO TISCI – Avvocato a Potenza
  296. SILVIA TOGNOLINA – Avvocato a Milano
  297. LUIGI BRUNO TORRE – Avvocato a Genova
  298. ALICE TORTI – Avvocato a Monza
  299. CARLO GIULIO TORTI – Avvocato a Monza
  300. LAURA TOSCHI – Avvocato a Parma
  301. DAVIDE TRAMACERE – Avvocato a Milano
  302. GIOVANNA TURCHIO – Avvocato a Piacenza
  303. RICCARDO TURRINI – Dirigente Generale Ministero della Giustizia
  304. ARMANDO TURSI – Avvocato a Milano e Professore di diritto del lavoro all’Università di Milano
  305. BENEDETTO TUSA – Avvocato a Milano
  306. GIUSEPPE VALDITARA – Professore ordinario di diritto romano università di Torino
  307. RUGGERO VALORI – consulente legale, già componente Corte di Giustizia dello sport
  308. FRANCESCO VANNICELLI – Avvocato a Roma
  309. GUIDO VANNICELLI – Giudice Tribunale di Milano
  310. ALDA MARIA VANONI – Presidente di sez. emerito Tribunale di Milano
  311. FILIPPO VARI – Professore ordinario di diritto costituzionale Univ. Europea
  312. SILVIA VAYRA – Avvocato a Ferrara
  313. GIANLUCA MONTANARI VERGALLO – Professore aggregato di Bioetica, Università La Sapienza di Roma
  314. LUIGI WALTER VEROI – Avvocato a Oderzo, Presidente Unione giuristi cattolici Vittorio Veneto
  315. LAURA VERSACE – Avvocato a Roma
  316. TOMASO VEZZI – Notaio a Modena
  317. ANGELO VIANELLO – Notaio nel Veneto
  318. LORENZO VITALI – Avvocato a Bergamo
  319. MARIO ZITO – Avvocato a Palermo
  320. STEFANO ZOANI – Avvocato a Roma
  321. GIUSEPPE ZOLA – Avvocato, consigliere emerito Corte dei Conti Lombardia.

 

 

 

 

 

 

 

FonteCentro Studi Livatino

 

Dopo il Vescovo di Ferrara, anche i Vescovi di Piacenza e di Verona raccolgono il nostro appello

ArticoloDeCarli

di Mirko De Carli

Una delle espressioni che sentiamo spesso ripetere quando si arriva al varo di una riforma o al voto di un provvedimento decisivo è la seguente: ‘siamo alla settimana decisiva’. Sicuramente per noi, dopo il lancio dell’appello ai Vescovi, queste settimane che ci avvicinano al 18 maggio (giorno in cui si apriranno i lavori dell’assemblea generale della Conferenza episcopale italiana) sono assolutamente decisive: ci vedono , per questa ragione,estremamente impegnati nell’incontrare i Vescovi italiani. Stiamo andando in udienza da Loro per portargli il messaggio forte e chiaro che abbiamo scritto nell’appello riguardante le leggi ‘vergogna’ che il parlamento italiano si appresta a votare nei prossimi mesi. Una delle quali, purtroppo, ha già finito il proprio iter parlamentare ed ora è legge dello stato: il divorzio breve. Andiamo quindi a chiedere ai nostri Vescovi di esserci guida autorevole e decisa in questa battaglia che vede una posta in gioco molto alta: la trasformazione delle persone in cose. Per questo più volte abbiamo ripetuto che saremo veramente popolo solo se saremo fino in fondo Chiesa. E questo essere ‘fino in fondo Chiesa’ non può prescindere dall’abbraccio, dal confronto e dal sostegno dei pastori a noi più vicini: i nostri Vescovi. Senza dimenticare lo straordinario apporto che in questi mesi ci hanno dato i tantissimi sacerdoti che con noi si sono presi la responsabilità di portare la ‘giusta battaglia’ in ogni angolo del nostro paese. Dopo aver ‘battezzato’ l’appello durante un bellissimo incontro a Ferrara con Mons. Negri, Vescovo della Diocesi di Ferrara-Comacchio, abbiamo incontrato venerdì 24 aprile 2015 Mons. Ambrosio, Vescovo di Piacenza. Promotori dell’incontro gli amici del Circolo Voglio la mamma di Piacenza. All’incontro ha preso parte anche Don Stefano Segalini, neo parroco della parrocchia di San Giuseppe Operaio a Piacenza, che fin dalla nascita del Circolo si è mostrato attento e solidale alle tematiche essenziali avanzate e proposte dal nostro quotidiano. Mons. Ambrosio, dopo aver ricevuto copia dell’appello, ha commentato positivamente il modo semplice e diretto con cui ci si è voluto rivolgere ai Vescovi italiani, confermando la bontà di un’azione che vede in prima linea i laici. Non possiamo non sentire attuali e profondamente attinenti le parole del Card. Newman in cui intravede un necessario e decisivo protagonismo dei laici cristiani nelle battaglie a difesa dei valori della fede. Mons. Ambrosio si è poi voluto soffermare sul ruolo dei cattolici impegnati in politica, citando l’esempio della mobilitazione avvenuta quando il governo Prodi cerco’ di varare i DICO. Una mobilitazione popolare che vide la Chiesa protagonista nella sua interezza e che riuscì a bloccare provvedimenti che, rispetto al ddl Cirinna’ ad esempio, sono ‘all’acqua di rose’. Non a caso il Vescovo di Piacenza ha tenuto a ribadire che allora c’era una componente cattolica nelle istituzioni legislative pronta a battersi per sostenere la famiglia prevista dall’art.29 della Costituzione italiana e disposta a mettersi all’ascolto di ciò che diceva la Chiesa cattolica. Oggi purtroppo così non è e nonostante le continue prese di posizione del Papa e dei Vescovi, c’è molta indifferenza riguardo a queste tematiche da parte della politica che è soggiogata al pensiero unico dominante. In conclusione Mons. Ambrosio ha confermato l’importanza di un confronto attivo tra coloro che hanno ricevuto l’appello al fine di lavorare tutti nella stessa direzione, sostenendosi vicendevolmente. All’incontro con il Vescovo di Piacenza è seguito ieri quello con il Vescovo di Verona Mons. Zenti. Ad incontrarlo gli amici del Circolo Voglio la mamma di Verona. Davanti alla mobilitazione ribadita con l’appello ha usato un’espressione molto eloquente: ‘io sono con voi’. Con questa frase ha tenuto a confermare l’urgenza, la necessità e la bontà della battaglia, riaffermando la responsabilità dei laici cristiani e non di portare ragioni e buon senso, evitando il muro contro muro. Mons. Zenti ha anche rilanciato come necessario il lavoro educativo nelle scuole (dalla materna in su), per evitare oltremodo una totale statalizzazione del percorso educativo delle generazioni più giovani. In tal senso uno de mali peggiori della società contemporanea è l’indifferenza: il 99% delle persone non si rende conto di quanto sta succedendo e il Vescovo di Verona ha invitato tutti ad incrementare l’opera di sensibilizzazione su queste tematiche così decisive. Dopo aver raccolto l’appello in previsione dell’assemblea generale della CEI ha anche firmato la moratoria contro l’utero in affitto, dando il proprio consenso affinché in tutte le parrocchie della propria diocesi si attivi un’azione di raccolta di diffusa delle firme. Segnali forti e chiari: i nostri Vescovi si confermano uomini ‘liberi e forti’, come osava dire Don Luigi Sturzo, pronti ad accompagnare il mondo cattolico nella fase decisiva della battaglia contro la traduzione in legge dell’ideologia gender. Occorre quindi continuare quotidianamente nell’azione di informazione ed educazione su quelle che sono le tappe di avvicinamento alla discussione parlamentare (e al successivo voto) di quelle che abbiamo definitivo ‘leggi vergogna’. Una data ve la indichiamo già da giorni: il 7 maggio va in voto in commissione giustizia al Senato il ddl Cirinna’. Solo questa data dovrebbe farvi comprendere l’urgenza del lavoro che stiamo compiendo. Un impegno che non può non vedere, come spesso dice Mons. Negri, ‘laici non laicisti e cristiani non clericali’ in prima linea per la lotta contro l’indifferenza: perché di questo si tratta, indifferenza al destino dell’uomo, al destino buono dell’uomo che non è nelle sue mani ma in quelle di chi ne è stato creatore. Un’indifferenza che porta l’uomo ad odiare Dio, al punto di voler sostituirsi a Lui generando male e dolore. Tornano quindi utile le parole di un uomo della storia della nostra resistenza, un comunista che in carcere scrisse un libro dal titolo ‘Odio gli indifferenti’: ‘l’indifferenza è una vigliaccheria. Vivo, sono partigiano. Perciò odio chi non parteggia’. Antonio Gramsci era quest’uomo: un uomo che nulla aveva di clericale, ma che aveva ben compreso quanto il potere poteva ‘annebbiare’ le menti attraverso la propria artiglieria pesante: l’indifferenza.

lacroce