Aristotele: la confutazione del relativismo

Dal medesimo punto di vista [dei Megarici] muove anche il ragionamento di Protagora, e queste dottrine non possono non essere tutte e due ugualmente vere o ugualmente false: infatti, se sono vere tutte le opinioni e tutte le apparenze, allora inevitabilmente tutte le cose sarebbero nello stesso tempo vere e false (giacché molti formulano giudizi … Leggi tutto Aristotele: la confutazione del relativismo

Giovanni Reale: la preliminare determinazione del significato polivalente della metafisica

      Giovanni Reale, studioso del pensiero greco classico, e in particolare di Platone e di Aristotele – ma anche di Parmenide – presenta in queste pagine uno schema dei cinque significati che Aristotele attribuisce alla metafisica: 1) scienza delle cause e dei princípi primi; 2) scienza dell’essere in quanto essere; 3) scienza della … Leggi tutto Giovanni Reale: la preliminare determinazione del significato polivalente della metafisica

Aristotele: i moti naturali dei quattro elementi empedoclei e del quinto elemento, l’etere.

Quanto alla natura del tutto, se sia infinito in grandezza o se sia limitato nella totalità della sua mole, sarà da ricercare in seguito. Ora parliamo di quelle che secondo specie ne costituiscono le parti, e partiamo da quello che segue. Tutti i corpi e le grandezze naturali, noi diciamo, sono per se stessi mobili … Leggi tutto Aristotele: i moti naturali dei quattro elementi empedoclei e del quinto elemento, l’etere.

G. Gusdorf, Il cristianesimo tra mondo giudaico ed ellenistico

  Il dialogo culturale non è così urgente fino a quando la nuova fede si rivolge agli umiliati e offesi della società antica, ma è la sua stessa diffusione a suscitare l'incontro ‑ dialogo o scontro ‑ con i notabili e i letterati, consci della propria identità culturale. L'apo­logetica cristiana non può rinchiudersi in un … Leggi tutto G. Gusdorf, Il cristianesimo tra mondo giudaico ed ellenistico

C. Guidelli, L’arte e l’imitazione della realtà ideale in Plotino

    "Questa lunga spiegazione è stata giustamente considerata come un capitolo fondamentale nella storia delle idee sull'arte figurativa, nell'antichità. Plotino liquida qui definitivamente la condanna platonica dell'arte imitativa, elaborando le idee precedentemente abbozzate in una nuova teoria: l'attività dello scultore, di cui si parla, si ispira necessariamente ed esclusivamente ad un modello di tipo … Leggi tutto C. Guidelli, L’arte e l’imitazione della realtà ideale in Plotino

Aristotele: l’anima è forma del corpo

      La ricerca sull’anima, come quella sulla sostanza, contribuisce “grandemente alla verità in tutti i campi”, dice Aristotele. L’anima è per lo Stagirita la forma del corpo (si dovrà precisare: di un corpo naturale, cioè di un corpo che possiede in sé un principio di movimento). L’anima non è quindi "un" corpo, ma … Leggi tutto Aristotele: l’anima è forma del corpo

Aristotele. Il principio di non-contraddizione.

      Aristotele, ben prima di Cartesio, dimostra come negli esseri umani esiste qualcosa di cui è impossibile dubitare, riguardo alla quale non si può cadere in inganno, sulla quale il relativismo non può far breccia: è infatti impossibile dubitare del principio che sta a fondamento del modo di procedere della ragione umana, e … Leggi tutto Aristotele. Il principio di non-contraddizione.