Perché mutilare un corpo sano? (con video)

image.jpg

 

di Frank Gordon

 

“Che le organizzazioni LGBT+ siano le paladine di una ideologia aberrante e perversa è oramai chiaro a tutti coloro che conservano un briciolo di buon senso e capacità critiche. Anche quelle apparentemente più moderate finiscono con lo sposare le tendenze più radicali (e pericolose).
Ad esempio recentemente l’AGEDO (associazione dei genitori di omosessuali) ha lanciato una campagna a favore dell’adeguamento dell’identità di genere anche nei minori. Se gli fai notare che su un tema come questo occorrerebbe come minimo essere prudenti, visto anche il recente studio (Litmann 2018) che mette in luce come alcune forme di disforia siano frutto di suggestioni di tipo ambientale (amicizie scolastiche, siti web, social media, ecc.) ti rispondono piccati che si tratta di uno studio infondato il cui scopo è diffondere panico sociale (sic !).
Ma come, invece di tirare un sospiro di sollievo, visto che ameno per alcuni bambini la cosa si può risolvere in modo relativamente semplice senza il bisogno di terapie ormonali e chirurgiche, tirano in ballo complotti e stupidaggini varie. Sembra che per loro sia inaccettabile qualunque notizia o ipotesi che contraddica la propria visione del mondo (in psicologia questo tipo di atteggiamento si chiama formazione reattiva).

Si arriva a preferire la mutilazione dei propri figli piuttosto di ammettere (anche solo in modo ipotetico) che la disforia di genere possa derivare da una percezione sbagliata del proprio corpo dovuta a cause esterne”.

 

 

 

 


 

Un video in computer graphic mostra – comunque in modo drammatico – come avvengono le operazioni di camuffamento sessuale (ricordiamo infatti che per un essere umano “cambiare sesso” è impossibile, essendo sesso determinato dal DNA: chi nasce maschio o femmina, tale rimane, a prescindere dal numero e dalla tipologia di operazioni chirurgiche e/o estetiche cui si sottopone).

(video da “European Society of Urology“)

 

 

 

 

 

 

Annunci