L’assenza del padre danneggia lo sviluppo psico-biologico dei figli

Diverse ricerche hanno messo in evidenza che l’assenza della figura paterna danneggia lo sviluppo psicologico e mentale e aumenta il rischio di abuso di sostanze e disturbi della personalità. Ma quali sono i meccanismi neuro-endocrini che sono alla base di questi fenomeni? Studiando il comportamento di roditori monogami e caratterizzati da cure bi-parentali, si è scoperto che la deprivazione paterna aumenta il comportamento di tipo ansioso e modifica le preferenze sociali nell’età adulta. Si è osservato inoltre che tale deprivazione determina una riduzione del numero di neuroni recettivi all’ossitocina, un ormone che svolge importanti funzioni fisiologiche e psicologiche e che è coinvolto in molti comportamenti pro-sociali. Siamo una specie culturale, ma con profonde radici biologiche.

Bibliografia di riferimento: Grossmann, Karin, et al. “The uniqueness of the child–father attachment relationship: Fathers’ sensitive and challenging play as a pivotal variable in a 16‐year longitudinal study.”Social development11.3 (2002): 301-337. Jablonska, B., & Lindberg, L. (2007). Risk behaviours, victimisation and mental distress among adolescents in different family structures. Social psychiatry and psychiatric epidemiology, 42 (656-663. Sobrinho, L. G., Duarte, J. S., Paiva, I., Gomes, L., Vicente, V., & Aguiar, P. (2012). Paternal deprivation prior to adolescence and vulnerability to pituitary adenomas. Pituitary, 15(2), 251-257. He, Zhixiong, et al. “Increased anxiety and decreased sociability in adulthood following paternal deprivation involve oxytocin in the mPFC.” BioRxiv (2017): 175380. – Fonte: Scienza e Gender