Esiste un “razzismo” positivo

«L’opposto concorde e dai discordi bellissima armonia»

Eraclito di Efeso [fr. DK 22 B 8]

 

 

A chi giova negare la bellezza delle differenze?

Esiste un “razzismo” positivo, e va affermato con forza.
Esiste la forza dell’evidenza: va riconosciuta.
Il Signore non ha sbagliato nulla nel farci tutti diversi: sai che bello vivere in un mondo dove tutti sono alti, biondi e con gli occhi azzurri?
Le differenze tra le razze umane sono una ricchezza.
Chi vi induce a pensare il contrario vuole impoverire ed impoverirvi.
Non vogliamo parlare di razze, ma di morfologie, di fenotipi? Benissimo. Purchè si tengano strette evidenza e ragione.
Siamo belli come siamo. Dio ci ama e noi stessi dobbiamo imparare ad amarci così: nelle rispetto e nella valorizzazione delle differenze.
L’identico non produce alcuna bellezza.
Non si può amare l’indifferenziato: l’amore richiede un incontro con l’altro (Altro, per chi crede) da sé.
Le razze – le differenze – sono un bene.
Difendiamo la ragione e la bellezza.