Diritti in galera

Un’attenta riflessione che vale la pena di meditare:

Le foglie verdi

Il caso della detenuta che ha avuto un figlio, che gli è stato immediatamente tolto in attesa di una decisione dal tribunale dei minori, ha ravvivato il circo dell’informazione che si stava un po’ avviluppando su se stesso. I media infatti non sapevano più come continuare a proporre gli stessi servizi sul fatto che se fuori è 40 gradi, non devi metterti a bere vin brulé in piazza della stazione.

Non è mia intenzione parlare del caso specifico, quanto cercare di spiegare come mai io non sono indignato e non mi espongo in valutazioni o giudizi, né nei confronti della ragazza, né nei confronti dei giudici che sono chiamati a prendere una delle decisioni tra le più difficili della loro carriera.

Una donna condannata è in carcere e sconta una pena. Dà alla luce un figlio. Siccome la sua condizione (il profilo psicologico, il fatto che anche il padre è in carcere, le relazioni degli…

View original post 683 altre parole

Annunci