Eri Tu

image

Eri nell’ultima giornata
di questo mare
Eri nella forza dell’albero
che ho visto stamattina
radici che alzano il cemento
Eri nelle voci alte dei bambini
nelle tende qui intorno
non si capirebbero tra loro se
non ci fossi Tu
Eri nel sole ogni mattina – che profumo
Eri perfino nel portone chiuso
di casa tua che era ancora presto eppure
suonavano campane più distante
Eri nel “grazie” di questa schiava
per una gentilezza piccola
che dev’essere stata bellissima
anni addietro: cosa nascondono quegli occhi
sotto la visiera abbassata?
io lo so – miglia e miglia di storia
tutti quelli come me
lo sanno
e non c’è bisogno che ti sforzi
di parlare in italiano
Eri comunque anche questa formica
più umile tra tutti
anche lei mi dice “Io sono”.
E mi ricorda il prodigio
dell’Essere
E io lo riconosco: “Tu sei”.

Mostrati anche domani
mostrami sempre che solo
Tu persisti davvero.

Alessandro Benigni, Ontologismi 4, Estate 2015

Annunci